T-Red HEDERA una 29er da PAURA!

· · · · · · · · · · | News · Test | Nessun commento su T-Red HEDERA una 29er da PAURA!

Ebbene si, amici di C.I., anche noi, ove possibile, cercheremo di portarvi novità e test di alcuni prodotti che abbiamo la fortuna di poter visionare, grazie ai nostri amici e contatti. Oggi direi che partiamo subito col “botto”, dato che i nostri carissimi amici di Tred bikes, ci hanno fatto un grandissimo regalo, facendoci provare una Mtb veramente speciale.

Partiamo per gradi; sappiamo tutti che questa azienda italiana, già da qualche tempo si sta facendo notare per la straordinaria qualità ed innovazione nei prodotti presentati, e, cosa non da poco, fa delle materie prime, una risorsa fondamentale ed inrinunciabile, vedi ad esempio la scelta affascinante del titanio. Infatti proprio del titanio andremo a parlare oggi, in quanto, grazie al sempre disponibile Antonio del Flagship Store di Viareggio, abbiamo avuto la possibilità di provare la HEDERA ; una 29er hardtail in titanio con una quantità di particolari tecnici che non fanno affatto rimpiangere l’assenza dell’ammortizzazione full.

Hedera non è solo una front di ultima generazione, è molto di più, è una bicicletta “cucita” sulle misure e le esigenze di ogni singolo rider, in quanto Tred coniuga tecnologia e artigianalità ad un livello superiore, fornendo all’utente un oggetto che va ben al di sopra delle aspettative! Va da se che noi di C.I. non siamo certo dei tester professionisti, ma da ciclisti appassionati speriamo di potervi dare un quadro esaustivo e consigliarvi per un eventuale acquisto, cosi magari chiediamo pure la commissione! (scherziamo ovviamente)

Ad un primo impatto Hedera non può che lasciarci favorevolmente colpiti per la sua linea pulita e per l’allestimento, che in questa occasione è al top di gamma, gruppo completo Sram XX1 a 12 velocità, hardware FSA in carbonio e ruote ,sempre FSA, in carbonio. Dati i presupposti non abbiamo resistito più di tanto e montati i pedali (quelli di Nr7… prendetevela con lui in caso) ci siamo catapultati a pedalare complice la splendida cornice della Versilia.

La prima cosa che subito “salta all’occhio” dalle prime pedalate è la “guidabilità” estremamente facile e scorrevole, nonostante il modello in prova fosse leggermente sottodimensionato per il corpulento Nr7. Scherzi a parte mettiamo subito alla sbarra la nostra Hedera con un bel tratto di misto erba/fango e soprattutto sassi, cercando di assaporare a pieno le proprietà di questo telaio in titanio, rimanendo affascinati dal comportamento veramente versatile del carro posteriore che offre una stabilità assai notevole in fase di pedalata ed una elasticità incredibile( qualità apprezzata durante i tratti in discesa) che non lascia mai intravedere al rider nessuna mancanza di aderenza o potenza, rendendo al ciclista una risposta quasi increedibile per una front. Il merito di questo innovativo concetto di carro va sicuramente al sistema SMAFS, brevettato da Tred, che sfrutta un carro in titanio con proprità elastiche e di “memoria” che rendono la Mtb in questione stabile e aderente sulle salite anche più ripide, ma un alleato incredibile nelle discese dove il carro arriva a “flettere” ed ammortizzare quasi come un sistema idraulico; e adesso capiamo anche perchè i ragazzi di Tred definiscono “pseudo” hardtail la HEDERA, in quanto a fine discesa ci siamo sorpresi del comportamento incredibile di questo telaio. (ovviamente vi rimandiamo al sito di Tred per le specifiche sulle tubazioni e le angolazioni)

Particolare non da poco per questa Mtb, è che in fase di progettazione e realizzo si possono cambiare specifiche ed esigenze, grazie alla bravura del progettista e patron del marchio, e per il modello in questione eravamo un po’ titubanti per la scelta dell’anteriore RockShox con escursione 100 (da noi giudicata leggermente poca) ma che, dopo un test di una 70ina di Km, non ci ha mai fatto rimpiangere più ampie escursioni, proprio grazie all’azzeccatissima geometria del telaio stesso.

Ovviamente dovendo tirare le somme di questo test, amici di C.I., vogliamo precisare che HEDERA è una Mtb di qualità superiore( non un entry level o una di media gamma) e, come avrete capito, non puo’ che essere un giudizio prossimo al 10; ma abbiamo voluto provare una bici di questa caratura per sottolineare come ci siano realtà italiane che fanno dell’artigianalità ed innovazione, una carta vincente, arrivando a competere e, come in questo caso crediamo, addirittura superare in qualità realtà più blasonate e famose. Quindi amici cari volate sul sito di Tred bikes e date un’occhiate in giro, e qualora ne aveste voglia, andate a trovarli a Desenzano del Garda o nello store di Viareggio, o contattateli via mail, perchè troverete un’azienda giovane e pronta a rispondere con intelligenza e conoscenza alle vostre esigenze più disparate!

HEDERA… Tred… da PAURA!

P.s: dite che vi manda Nr7, fosse mai che ne salta fuori qualcosa!

www.tredbikes.com

test e photo: Nr7


No Comments

Leave a comment

You must be logged in to post a comment.