MILANO CRITERIUM, LAMBROGIRLS

· · · · · · · · · · · · | News

For English version click here

Dopo l’esperienza di Montecatini Terme, le premesse auspicate in vista dell’ appuntamento milanese, seconda tappa dell’ Italian Fixed Cup, sono state quasi pienamente soddisfatte (il quasi, e’ solo per via dell’ augurio allo stare bene che purtroppo mi ha portato male..)! Sabato 14 Aprile, il mitico parco Lambro, luogo iconico per numerosi fixed rider, e’ stato celebrato con il dovuto rispetto. Lambrooklin per chi non lo sapesse o arrivato di recente in ambiente fixed, è stato il luogo della “prima volta” e trampolino di lancio per molti,  per chi poi la fissa non l’ha più’ mollata, ritrovo dei famosi  “allenamenti collettivi” aka Lambro Crit. Insomma il Lambrodromo ha forgiato campioni e campionesse! E l’allestimento di Sabato mi è sembrato impeccabile, ricordandomi la Bovisa della Red Hook!

Musica sparata, speakeraggio selvaggio, live streaming per tutte le gare e grande partecipazione di un pubblico lambrookliano curioso sparso qua e la’ sulle transenne ansioso di vedere lo spettacolo in un  pomeriggio soleggiato e alternativo!

 
Tra i gazebo delle squadre presenti posso apprezzare la presenza femminile di atlete top come Elena Valentini, Virginia Cancellieri, Giorgia Fraiegari vincitrice della prima tappa IFC, Letizia Galvani, Martina Biolo e pure alcune straniere: la Francese Margaux Vigie e l’americana Hanna Raymond, presente anche a Montecatini. Per un totale di ben 8 partecipanti!
Certo, mancavano altre local all’appello.
Spiaciuto vedere Corinne Casati infortunata al ginocchio e per lei, un augurio di pronta guarigione! Incrociato anche Stefania per un saluto tra il pubblico a seguire la gara. Peccato, potevamo essere da record..!
 
Il livello delle atlete presenti mi pare altissimo! Anche se questo giudizio viene da una neofita amatrice, al suo secondo anno di criterium (e soprattutto un passato agonista da cestista!) non ci sono dubbi. Per me sono sempre emozioni forti, nonostante i nervi a pezzi, affrontare una prova di questo genere, la gara con le rispettabilissime prof. (essoresse).
 
Il percosso riscuote buoni feed-back da parte di molti, definito un mix di  tecnico e “ divertente”. Rispetto al classico Lambro la novità’ del cambiamento di senso di marcia, da orario ad anti-orario e con una caratteristica deviazione all’altezza della 3a curva.
 
Le qualifiche sono un ottimo riscaldamento faticante. Il passo cicloturistico di Montecatini è solo un lontano ricordo ;-), Si prova il percorso a ritmo sostenuto sin dalle prime pedalate. La gara invece è stata per me abbastanza faticosa, me lo immaginavo, spesso anche falsata e disturbata dalla presenza  contemporanea dei B. Questo aspetto ovviamente per alcune e’ stato un vantaggio, per altre anche no. Ascoltando i commenti post gara, e’ assolutamente da far valutare agli organizzatori, una gara solo al femminile.
 
Avevo citato poc’anzi un livello atletico femminile altissimo?!
Bhe’ la conferma assoluta arriva subito dopo lo start della gara femminile, a 15 secondi da distanza dei B.
Ci pensa Elena Valentini a spazzare via ogni dubbio!
Credo abbia sconvolto tutti i presenti (cronisti compresi) ed in particolar modo i ragazzi con la sua gamba ES-PLO-SI-VA. Per tutta la gara, LEI è in testa a tutti. Ma attenzione a pochissima distanza c’è la fortissima Giorgia Fraiegari.
 
Elena vince questa tappa senza alcuna difficoltà’, secondo posto per Fraiegari e terzo per la francese Margaux Vigie.
 
Alla prossima Girls, non fatevi desiderare!
 

By Meleonore

Foto
Chris Leustean
tag IG: @iamchrisart
Pezzo della Settimana
Ernie K Doe “Here Come The Girls”


No Comments

Leave a comment

You must be logged in to post a comment.