LAMBRO CRIT – MEMORIAL PEREGO

No Tags | News

image

 

Foto di Chiara “Honey” Redaschi

Articolo di Daniel “Loop” Tansella

 

È arivato il momento tanto atteso per le fisse, si ricomincia con la prima LambroCrit della stagione: il “2° Memorial Perego”.

Serata freschina al Parco Lambro ma il pubblico, i fotografi e i ben 90 iscritti hanno dato il calore giusto.

Moltissime presenze a partire dai “soliti” del Lambro. Le squadre presenti sono tante, Ridewill Oscar Cycling, Team Cinelli Chrome, Brianza Squadra Corse, Acht-Casati, Thoro Factory Racing, Team Urbana Milano, Whybenormal?, Tremens Team, Cinelli Clamas, Desgenà, Dafne Fixed, Cykeln Divisione Corse, TTcrit (menzione speciale per loro che si sono fatti 500km per esserci).
Previste 2 partenze:

la prima gara (Easy) è dedicata a chi è alle prime armi o a chi lo fa davvero solo per gioco;

la seconda gara (Pro) é dedicata a chi ha un po’ più di fiato ed è abbastanza allenato per questa disciplina.

Spazio anche alle donne che hanno fatto gara a sè partendo qualche secondo dopo la prima gara.

Nella gara Easy sono 10 i giri previsti ma subito al primo c’è un allungo di Carmine Matera che verrà ripreso poco dopo.

Al terzo giro tentativo di Pivotto (Cinelli Clamas) ma la sua azione avrà poco futuro.
A metà gara una caduta per fortuna senza conseguenze gravi dove è coinvolto Assi del Tremens Team.
Al sesto giro un allungo di **************, ragazzo che prende un buon margine ed andrà a vincere la gara in solitaria. Dietro inseguono Matera e Tommasi (Brianza Squadra Corse) e che arriveranno soli a rispettivamente 2° e 3°.
La volata del gruppo per il 4° posto è stata vinta da  Riccardo Palumbo davanti ad Andrea Giana (arrivato direttamente da Varazze per l’occasione)
Buona partecipazione della categoria donne con la presenza di Corinne Casati, Ilenia Stocchetti, Stefania Baldi, Eleonora Mere e Paola Panzeri.
La gara si è conclusa con un arrivo ad ex-aequo tutte a braccia alzate

Alla partenza della Gara A abbiamo un ospite particolare a dare il via: Riccardo Perego. In questa gara potremmo dire dominio Oscar Cycling che piazzerà 4 uomini nei primi 10 di cui 3 nei primi 5. La gara parte a tuono con il gruppo che si spezza subito; poco dopo il gruppo si riunisce ma Gibbin (Oscar Cycling), per gli amici Gibbo, continua nella sua azione e si fa 8 dei 12 giri previsti in fuga solitaria. Dopo un forcing, soprattutto a cura dei Cinelli, viene ripreso il fuggitivo. Una volta ripreso, nel finale di gara, partono Barone (Oscar Cycling) e Bravini (Cinelli Chrome) che vengono poi raggiunti dall’instancabile Gibbo.

Arrivo a 3 con Barone che batte Bravini e Gibbin che chiudono rispettivamente 2° e 3°. Tra loro e il gruppo si inserisce un ottimo Mirko Torta (Dafne Fixed) alla sua prima crit.

5° posto per Mastronardo di Oscar Cycling che regola il gruppo.

Per finire le simpatiche premiazioni a cura del boss Vianini supportato dal mitico “contagiri internazionale” Vetrello.

Poi tutti al Peter Pan (il bar interno al parco) ad abbuffarsi di hamburger e birra come prevede il “mondo fixed”
ORDINI D’ARRIVO

Gara Easy
1° – Riccardo Palumbo
2° – Carmine Matera
3° – Federico Tommasi
4° – Riccardo Palumbo
5° – Andrea Giana

Gara Pro

1° – Roberto Barone Ridewill Oscar Cycling
2° – Paolo Bravini Team Cinelli Chrome
3° – Luca Gibbin Ridewill Oscar Cycling
4° – Mirko Torta Dafne Fixed
5° – Gianpiero Mastronardo Ridewill Oscar Cycling

 

 


No Comments

Leave a comment

You must be logged in to post a comment.